800.365.365

Incentivi statali ristrutturazione 

TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUGLI INCENTIVI STATALI:

Con l'approvazione della legge di stabilità 2016 (legge 23 dicembre 2014, n. 190) viene confermata anche la proroga del decreto legge n.63/2013.

PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE:

Tetto massima di spesa: 96.000 euro, di cui è detraibile il 50% in 10 anni. Ne beneficiano tutti coloro che hanno sostenuto o devono sostenere spese di ristrutturazione sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2016.

PER L'ACQUISTO DI MOBILI:

Su un tetto massimo di spesa di 10.000 euro è possibile detrarre il 50% in 10 anni per l'acquisto di mobili destinati all'arredamento. Che cosa significa? Semplice: se acquisti un divano destinato all'arredamento della tua residenza che hai ristrutturato o stai ristrutturando, ad un prezzo totale di 2.000 euro, 1.000 euro ti saranno restituiti!

NOVITÀ BONUS MOBILI 2016 GIOVANI COPPIE:

Una novità importante di quest'anno è l'introduzione del bonus mobili senza lavori edilizi (comma 75), destinato alle giovani coppie, sia che si tratti di coniugi che di conviventi purché abbiano costituito nucleo familiare da almeno tre anni e almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. La detrazione è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000, per uno sconto del 50% da applicare su 10 anni. Non lasciarti sfuggire questa grande occasione! La Legge di Stabilità ha PROROGATO FINO AL 31 DICEMBRE 2016 l'agevolazione fiscale prevista per l'acquisto di letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze. L'acquisto del mobile e la ristrutturazione devono essere dimostrate secondo le normative dell'Agenzia delle Entrate.

Ulteriori informazioni sul "Bonus Arredi"»