800.365.365

Incentivi statali 

TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE SUGLI INCENTIVI STATALI:

Con l'approvazione della legge di stabilità 2017 (legge 23 dicembre 2014, n. 190) viene confermata anche la proroga del decreto legge n.63/2013.

PER LE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE:

Tetto massima di spesa: 10.000 euro, di cui è detraibile il 50% in 10 anni. Ne beneficiano tutti coloro che hanno sostenuto o devono sostenere spese di ristrutturazione sostenute dal 1° gennaio 2016 al 31 dicembre 2017. Invece, se l'acquisto del mobile o dell'elettrodomestico è avvenuto nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016, il presupposto per poter usufruire della detrazione rimane quello di aver sostenuto spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 26 giugno 2012. 

PER L'ACQUISTO DI MOBILI: 
Su un tetto massimo di spesa di 10.000 euro è possibile detrarre il 50% in 10 anni per l'acquisto di mobili destinati all'arredamento. Che cosa significa? Semplice: se acquisti un divano destinato all'arredamento della tua residenza che hai ristrutturato o stai ristrutturando, ad un prezzo totale di 2.000 euro, 1.000 euro ti saranno restituiti!
A titolo esemplificativo, rientrano tra i mobili agevolabili letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, nonché i materassi e gli apparecchi di illuminazione che costituiscono un necessario completamento dell'arredo dell'immobile oggetto di ristrutturazione.
Non sono agevolabili, invece, gli acquisti di porte, di pavimentazioni (ad esempio, il parquet), di tende e tendaggi, nonché di altri complementi di arredo.

 

Ulteriori informazioni sul "Bonus Arredi"»